Biografia

La personalità eclettica di Vittoria Risi nasce con gli studi all’Istituto d’arte, conclusi con l’Accademia di Belle Arti di Venezia. Negli anni successivi svolge la professione di agente immobiliare, sempre Venezia, sua città natale. Probabilmente ciò non bastava a farla esprimere nel migliore dei modi.

Gli inizi

immagini-foto-vittoria-risi-07Immaginando di rappresentare una delle donne erotiche e sensuali che stimolano la mia fantasia sessuale come in un fumetto di Milo Manara sento la necessità di esibire il mio corpo.

Il mio percorso ha inizio intorno al 2007 quando prendo contatto con il sito per adulti Delta di Venere, mostrandomi curiosa di conoscere il mondo dell’hard. Su loro suggerimento partecipo al Misex come semplice visitatrice. Voglio capire se il mondo dell’intrattenimento per adulti può davvero segnare un cambio nella mia vita. La mia presenza durante la fiera suscita da subito l’interesse delle migliori case di produzione italiane adult presenti e non solo. Si interessano molto al mio personaggio anche media televisivi e testate giornalistiche.

In poco tempo ricevo numerose ed interessanti proposte per contratti in esclusiva. Soddisfatta dall’impatto avuto con la mia semplice visita al Misex (non mi sono nemmeno spogliata) e reduce da un giro di colloqui nelle sedi delle varie case di produzione, scelgo di firmare come contract-girl per la storica casa di produzione italiana Topline Video e MGR Communications.

Quello che è il mio esordio viene seguito e filmato da Sky per la docu-fiction Ciak, Si Giri. Quest’ultima, suddivisa in 25 episodi, riprenderà i retroscena sui set di film hard di un gruppo di attori e registi in giro per l’Europa.

I primi film

immagini-vittoria-risi-moana-pozziBarcelona in Love è il mio primo film hard come protagonista. Girato interamente a Barcellona, verrà distribuito nel 2008. Nello stesso anno giro un secondo film come protagonista: Le mie storie intime. Le riprese si sono svolte a Budapest. Segue subito un terzo film, Il piacere del peccato, nella magnifica cornice di Santo Domingo. Ancora nel 2008 cominciano le riprese che mi vedono coinvolta in Ciak, Si Giri. È tutto molto laborioso e ricco di spostamenti in giro per l’Europa, così che tutto si conclude a metà dell’anno successivo.

I miei primi film offrono un eccellente successo di vendita e a breve, nell’estate del 2009, andrà poi in onda su Sky la serie Ciak, Si Giri, esponendomi ancor più ai media. Vengo contattata da Riccardo Schicchi ed è il suo grande contributo a rendere possibile la mia presenza nei locali con spettacoli dal vivo.

L’incontro con Riccardo Schicchi

Lo incontro a Milano e da subito, dal vivo, si esprime positivamente nei miei confronti, ritrovando in me qualcosa che gli ricorda molto Moana Pozzi, di cui lui è stato manager e scopritore. In seguito proprio a questo nostro incontro Riccardo Schicchi mi propone di lavorare con la sua agenzia, Diva Futura, e collaborare per dei progetti televisivi. Questo mi offre la possibilità di esibirmi davvero nei migliori locali in tutta Italia.

Non essendomi mai esibita nei locali prima d’ora sento subito l’esigenza di esprimere la mia creatività anche attraverso costumi inediti, portando sul palco una immagina nuova, diversa, che desti curiosità, interesse. Mi rivolgo fin da subito ad alcuni atelier sartoriali milanesi e veneziani che ancora oggi plasmano le mie idee di erotismo creando abiti di scena semplicemente unici.

Nel 2010 vesto i panni di Moana Pozzi nel film hard I Segreti Di Moana. La regia del film sarà di Riccardo Schicchi.

Grandi conferme

immagini-vittoria-risi-hard-03Firmo così un nuovo contratto per la casa di produzione italiana Pink’O che mi coinvolge nel progetto Casinò 45, il primo film porno in 3D italiano.

Il film verrà poi distribuito anche oltreoceano. Successivamente collaboro per alcune scene con ATV Entertainment.

Nel frattempo vengo scelta come volto e immagine per una campagna a livello nazionale, quella del canale Dahlia TV. Rappresento i canali Eros e Adult. La campagna è vastissima, comprende giornali e affissioni in città di tutta Italia per il lancio di questa nuova piattaforma TV che detiene diritti di diverse squadre di calcio del campionato di Serie A.

Continuo ad essere contattata dalle migliori case di produzione italiane e quelli che sono i migliori registi nel mondo dell’intrattenimento per adulti, tra questi nomi importanti come Mario Salieri, Andrea Nobili, Rocco Siffredi e Max Bellocchio.

Tra il 2012 e il 2013 giro alcune scene per case di produzione americane di primissimo livello, tra le più note in assoluto a livello mondiale: Evil Angel, Kink e, soprattutto, Brazzers.

affissione-dahlia-tv-vittoria-risi

Fra arte, televisione ed eventi

Le mie apparizioni in TV e gli articoli su siti web, quotidiani o magazine vanno sempre di pari passo con la mia carriera nel mondo hard. Molto interesse nasce dal mio essere non soltanto una pornostar ma anche una pittrice, insomma, una artista dalle sfumature più diverse.

Conosco personaggi della cultura veneziana divenuti poi anche grandi consiglieri per la mia cultura pittorico-artistica: il supremo artista veneziano Ludovico De Luigi ed il fondatore dell’ICAI (Istituto Commedia dell’Arte Italiana) nonché noto attore Gianni De Luigi.

foto-vittoria-risi-03Nel 2009 espongo i miei dipinti in una mostra personale a Palazzo Ca’ Vendramin Calergi (sede del Casinò di Venezia). L’esposizione è molto ben accolta dai visitatori e viene filmata da Rai 4 per il programma Sugo.
Prendo parte ad alcuni programmi televisivi nel 2008.

Tra questi: Ciao Darwin (condotto da Paolo Bonolis), Artù (condotto da Gene Gnocchi) e Iride (condotto da Irene Pivetti). In qualche modo il mio personaggio stravolge ciò che si pensa normalmente di una pornostar.

Subito dopo il film su Moana Pozzi, nel 2010, prendo parte al Chiambretti Night sfilando con l’abito rosso di Moana. Nello stesso periodo e poi ancora nel 2011 partecipo alla trasmissione Le Iene, su Italia 1.

L’incontro con Vittorio Sgarbi

Nel luglio 2010, tramite il mio maestro di recitazione Gianni De Luigi, che gli è amico, conosco il critico d’arte Vittorio Sgarbi, nominato in quel periodo sovrintendente al Polo Museale di Venezia.

Affascinato da me e dalla mia professione Vittorio pensa che sarebbe molto interessante, come dice lui, usarmi per l’apertura al pubblico di Palazzo Grimani a Venezia ad agosto (Vittorio appella così le opere d’arte quando deve esporle in una mostra). Avrei dunque affiancato, nuda, la celebre opera del Giorgione, appunto La Nuda. Nello stesso contesto vengono messe in mostra anche opere più conosciute come La Tempesta e La Vecchia.

Questa particolare amicizia con Vittorio Sgarbi fa sì che il mio personaggio interessi sempre di più i media, tanto da iniziare una serie di interviste personali. Sarò ospite a Matrix, su Canale, e Niente Di Personale su La7, in entrambe le occasioni in diretta proprio insieme a Vittorio.

Nel febbraio del 2011 vengo intervistata e fotografata per la rivista erotico-patinata Playboy Italia.

A Venezia fra cinema e arte

Accompagno Vittorio Sgarbi per ben due anni consecutivi sul tappeto rosso del Festival del Cinema di Venezia – 67° e 68° edizione con conseguenti foto dei miei outfit da parte dei media giornalistici. Nel 2011 prendo parte all’installazione artistica nel padiglione Italia curato da Vittorio alla 54° Biennale d’Arte Internazionale di Venezia, seduta senza veli su di una creazione dell’artista e designer veneziano Gaetano Pesce.

foto-vittoria-risi-tera-patrick-05

La mia immagine ha così grande visibilità su testate nazionali ed internazionali. Verrò intervistata in due occasioni nella trasmissione Stracult di Rai 2, anche insieme a Tinto Brass.

Nel 2012, invece, partecipo ad una divertente serie di candid camera, Sexy Angels, in onda su Comedy Central, canale Sky. In questo stesso canale verrò poi intervistata da Sex Educational Show a proposito di educazione sessuale.

Altre partecipazioni

Tra il 2013 e il 2016 prendo parte a numerose trasmissioni televisive: Aggratis, su Rai 2 in prima serata. Crash, su Rai 3. Partecipo a Her Sex Hero, progetto sull’educazione sessuale condotto da Franco Trentalance.

Vengo intervistata per la serie documentaristica Vedo Nudo, in onda su Cielo TV, canale del digitale terrestre e Sky. Nell’ottobre del 2016, invece, prendo parte alla rassegna culturale Babele A Nordest, curata da Vittorio Sgarbi, nella quale interpreto i versi di Veronica Franco nello spettacolo Da Ruzante a Zanzotto, per la regia di Gianni De Luigi alla Loggia e Odeo Cornaro di Padova.